Giornata degli Studenti – 17 Novembre 2008

Il 17 Novembre 1939 più di 1200 studenti cecoslovacchi, che si opponevano alla guerra, furono uccisi dal regime nazista. Il 17 Novembre 1973 la mobilitazione studentesca avviò la caduta della dittatura militare in Grecia. Il 17 Novembre 1989, ancora in Cecoslovacchia, una pacifica manifestazione studentesca venne repressa duramente dalla polizia anti-sommossa; tale episodio fu l’innesco della cosiddetta rivoluzione di velluto, che rovesciò il governo comunista.

Nel 2004 l’assemblea studentesca mondiale, riunita al Forum Sociale Mondiale di Bombay, India, ha lanciato, per la data del 17 Novembre, una mobilitazione internazionale sui diritti degli studenti e sull’accesso al sapere; da allora questa data si è caratterizzata come un Primo Maggio degli Studenti.

Il 17 Novembre migliaia di studenti in tutto il mondo si mobilitano perché siano riconosciuti i diritti degli studenti, perché sia garantito a tutti/e nel mondo il diritto all’istruzione, perché l’istruzione resti un bene pubblico e non venga privatizzato.

17-novembre-2008-giornata-degli-studenti

PDF 17 novembre 2008 (448 KB)
Versione per la stampa (2365 KB)

“Ogni individuo ha diritto all’istruzione … Essa deve promuovere la comprensione, la tolleranza e l’amicizia fra tutte le nazioni, i gruppi razziali e religiosi, e deve favorire … il mantenimento della Pace”
(dall’art. 26 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani)

17 Novembre:
la data internazionale contro la privatizzazione dei canali di accesso al sapere.
Sapere libero, pensare libero, libere persone.

Riferimenti/aggiornamenti:
Assemblea Studentesca Europea – Malmö 2008
Le foto della manifestazione a Massa

Annunci

3 Responses to “Giornata degli Studenti – 17 Novembre 2008”


  1. 1 Fiorella lunedì 17 novembre 2008 alle 9:58 am

    Purtroppo non credo che manifestazioni, cortei, mobilitazione generale cambino la situazione. Ma è forse l’unico modo per opporci e mostrarci solidali a tutti i giovani del mondo cui viene negato il diritto allo studio, il motore primario della vita, senza il quale sopravviveremo, certo, ma non avremo mai la piena consapelezza di quanto sapere c’è, della nostra storia, della nostra tradizione, della nostra vita. Dovrebbero prima cambiare le forme di governo di quei paesi in cui i bambini anzichè essere portati a scuola, vengono costretti a lavorare. Si tratta di una ingiustizia inaudita, che chissà se un giorno cesserà di esistere!

  2. 2 aldodice26x1 mercoledì 19 novembre 2008 alle 2:27 pm

    come non credi che le manifestazioni cambino le cose!
    perchè credi che la seconda parte della 133 sia stata bloccata invece che passare per decreto come l’altra?
    perchè seppur in minima parte la Gelmini ha dovuto mettersi in discussione?
    non certo perchè ha riflettuto tra se e se, ma perchè anche questo governo di fronte all’evidenza delle strade piene di gente ha dovuto darsi un freno.
    le lotte pagano
    ci vuole costanza ma pagano!

  3. 3 davideb sabato 22 novembre 2008 alle 12:02 am

    Belin oh, dell’artistico c’era troppa gente…

    Forza Artisticooooooo
    E forza tutti !!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Argomenti

Immagini Recenti

Agenda

Venerdì 5 Febbraio ore 17.30
Biblioteca Comunale
Riunione

Da scaricare:

Kit anti-ballismo
Dieci consigli su come difendersi dalle balle che cercano di raccontarci sulla scuola...
> Scarica subito il kit !

Non sulla nostra pelle !
Studenti contro la crisi: il nostro punto di vista
> Scarica subito il kit !

( tasto dx del mouse > salva destinazione con nome )

novembre: 2008
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: