Gelmini su YouTube: videorisposte

Gelmini su youtube Gelmini sbarca su YouTube? .Ben arrivata‘ !

Con fare giovanile e simpatico, in tenuta da ragazza del portatile accanto, (di color ciclamino vestita, ma pur sempre alquanto compita) la Gelmini e’ sbarcata ufficialmente sul pianeta internet. Lo ha fatto in grande stile, tra rulli di tamburo e squilli di tromba delle agenzie: ha acquisito un bel canale partner su YouTube, ed  è partita per la sua nuova avventura.
Pare che la decisione del ministro nasca dal suo smodato desiderio di dialogo con il mondo giovanile e studentesco, di cui cerca di adottare, con la meticolosa attenzione di un’etnologa, le tecniche e i metodi di comunicazione, nonchè le modalità di scambio informazioni e di dialogo tipiche della rete.

Ci chiediamo quindi come mai in precedenza non abbia mai voluto dare ascolto agli studenti, scesi in questi mesi a migliaia nelle piazze, per chiedere a gran voce proprio ciò che lei afferma di voler fare: cambiare la scuola, superare lo status quo, eliminare gli sprechi e ridare slancio alla scuola pubblica.

La Gelmini, al contrario, in questi stessi mesi ha scelto di non consultare nessuno, procedendo a testa bassa (non aveva tempo per ascoltarci), seguendo imperterrita il progetto Tremonti: considerare la scuola come una banale voce su cui risparmiare per far quadrare i conti.
Afferma di voler abbattere i privilegi, ma invece taglia indiscriminatamente verso il basso, rafforza la scuola privata e i baronati universitari, toglie opportunità e fa venir meno per molti il diritto allo studio, lasciando ancora una volta spazio solo ai più forti.

Ora, a cose fatte, e’ arrivata su YouTube, decisa a comunicare con il popolo di internet, chiedendo risposte e ‘anche’ critiche: siamo sicuri non mancheranno!

Certo, prima o poi dovrà confrontarsi anche con il mondo reale, incontrarci di persona e discutere con gli studenti e gli insegnanti le numerose proposte che vengono dalla scuola, e magari sentire anche il parere di qualche esperto, che non mancherà di sicuro al ministero, invece di dare retta solo al capo e a Tremonti.
Nel frattempo, per aiutarla a conoscere quei pareri che finora non ha voluto ascoltare, per aiutarla a raccogliere informazioni corrette e non basarsi sui dati approssimativi o errati che finora le hanno rifilato, per segnalarle quanto siano bislacche le teorie pedagogiche e didattiche che qualcuno le ha contrabbandato per buone, per aiutarla a delineare una vera riforma costruttiva, capace di rilanciare e non umiliare la scuola pubblica, il canale YouTube ‘RISPONDI alla Gelmini‘  è a disposizione di tutti coloro che desiderano contribuire al dibattito con un video di risposta o di proposta :

http://it.youtube.com/groups_videos?name=RISPONDIallaGelmini

Le offese viste su qualche commento ai video o al suo canale non servono a molto. Ha detto di non capire come mai tanta gente è scesa in piazza a protestare. Cerchiamo quindi di proporre dei video e dei commenti costruttivi:  si, sarà faticoso, ma qualcuno dovrà pur mettersi lì e spiegarle tutte quelle questioni…

.

>>. Gli altri video della playlist “Rispondiamo alla Gelmini

Riferimenti:
No ministro Gelmini, così non va!
La Gelmini sbarca su YouTube
Rispondiamo alla Gelmini

Annunci

18 Responses to “Gelmini su YouTube: videorisposte”


  1. 1 marco farina sabato 6 dicembre 2008 alle 1:21 pm

    Il caro ministro cerca adesso un rapporto con i giovani,comunicare tramite internet è lodevole,peccato che a giochi fatti sia facilissimo ma allo stesso tempo inutile cercare di instaurare questo rapporto,data la mole di persone scese in piazza,dato che dimettersi non è più un atto politico,avrebbe dovuto riconoscere l’entità del movimento spontaneo e apartitico che si è venuto a creare durante questi mesi di protesta,movimento nonviolento,che abbia il coraggio di riconoscere che la stragrande maggioranza degli studenti non la pensa come lei,che come sempre per risolvere i problemi legati alla gestione e ai baronati ci rimettano sempre gli studenti.
    marco farina

  2. 2 davideb domenica 7 dicembre 2008 alle 4:09 pm

    fare la finta tonta è facile eh?

  3. 3 angj venerdì 12 dicembre 2008 alle 10:38 pm

    Sono sicura che se le avessero dato campo libero sarebbe venuta fuori la vera personalità della Gelmini: buona e altriusta che sa applicare i veri fondamenti della pedagogia moderna.
    Comunque grazie per avere dato l’opzione di scelta nella scuola primaria : al solo pensiero che mia figlia doveva avere un maestro unico mi venivano i brividi associati a vomito.
    Domanda : dov’è l’inganno? Un grazie affettuoso da parte di una mia amica che tira avanti una famiglia solo con il suo stipendio da precaria. Che fine farà? Ma questo a lei può interessarle visto che non sa cosa significa pagare affitti e dar da mangiare a un marito impossibilitato a lavorare per problemi fisici. Meglio chiudere.

  4. 4 marco sabato 6 marzo 2010 alle 11:24 am

    Non è soltanto la Gelmini che non va, ma questo governo e chi lo ha votato. Adesso, con queste prove di forza di questo governo anche a livello internazionale, rischiamo di attirarci l’inimicizia dell’Iran e di tutto l’Islam.
    Saremo capaci di difenderci o chiederemo l’intervento USA se ci attaccano? In ogni caso la nostra alleanza con gli USA e con la coalizione, anche nei territori in guerra, ci attirerà soltanto nemici. E non si presta attenzione ai problemi interni dell’Italia, ma soltanto ai problemi giudiziari di Berlusconi.
    Questo non è un governo che risolve, è un governo che fa gli interessi di chi ha già troppo e che se ne frega non soltanto della scuola pubblica e dell’istruzione, ma di tutti coloro che vivono ai margini, e sono tanti in Italia.
    Dicono di volerli aiutare, ma se ne fregano.
    Io non so come fa uno studente o un operaio (per dire) a votare di destra!

  5. 5 marco mercoledì 10 marzo 2010 alle 11:21 pm

    Aggiungo anche che spero, per far finire l’epoca di questo governo che non ho aggettivi per definire quanto mi faccia schifo, che siano proprio gli studenti in un prossimo futuro a decretarne il fallimento e la condanna storica. Io non sono uno studente da venti anni ormai. Voi siete la mia unica speranza di veder estirpate le destre, e di veder tornare non dico le sinistre, ma almeno un po’ di onestà, di giustizia e di buon senso civico e morale.

  6. 6 enrico enrichi mercoledì 16 giugno 2010 alle 8:31 pm

    ” Fatti non foste per viver come bruti ma per seguir virtute e conoscenza”
    Lo ricordi ai suoi capi ( Tremonti e Berlusconi ) : sono certo che le risponderanno che la virtute non serve e la conoscenza deve essere sempre più essere riservata alle classi abbienti .
    Questo risulta evidente dall’ impostazione POLITICA e dalle azioni CONCRETE SEMPRE poste in essere dal governo guidato dal piduista sorridente nel pieno rispetto di quanto elaborato nel ” progetto di rinascita democratica ” del capo della P2 Licio Gelli ( gentile signore legato all’estrema destra sudamericana sostenuta , ovviamente , dalla C.I.A statunitense ).
    Con quale coraggio chiede di dialogare con coloro che ha colpito così ingiustamente ? ( studenti e corpo insegnante ).
    Non le dico cosa penso di Lei , di questo governo e di quelli che vi hanno votati(perlopiù disinformati o menti deboli preda dei “lustrini” o egoisti individualisti o ignoranti di politica storia e sociologia o neo ed ex fascisti o gente terrorizzata dalla propaganda sui “comunisti”mangiabambini che “ti portano via tutto”………)perchè sarà perfettamente in grado di capirlo da sola .
    Sappiate comunque , Lei e i suoi capi , che c’è anche gente con la schiena dritta e con abbastanza cultura da aver ben capito dove volete andare a parare : gente che non si piegherà M A I .

  7. 7 andrea marsili giovedì 19 agosto 2010 alle 1:41 pm

    La ministro Gelmini non ha fatto niente per rendere più giusto l’accesso alle scuole di specializzazione in medicina.
    Infatti è chiaro che con l’attuale ordinamento entrano solo i medici che i direttori vogliono far entrare e cioè i raccomandati e alcuni dei medici che lavorano gratisi nelle cliniche fino al giorno in cui vengono ricompensati con un posto nella scuola.
    Non si entra mai per merito!!!!
    Bisogna togliere l’esame scritto con valutazione da parte della commissione!!!!
    Andrea

  8. 8 maria domenica 19 settembre 2010 alle 7:24 pm

    cara ministra, sentir parlare lei di formazione e preparazione mi viene da chiederle: Mi indica per favore la stessa scorciatoia che ha usato lei per l’esame di stato visto che non lo ha sostenuto nella sua Milano da bere ma nella Calabria corrotta?
    Come donna le dico che certamente non ci fa fare bella figura polioticamente visto che da la sensazione di non avere una mente pensante ma perchè per lei pensa il ministro delle finanze

  9. 9 mitana domenica 14 novembre 2010 alle 6:26 pm

    Mi dici in virtu` di quale qualita` sei arrivata dove sei?

  10. 10 mitana domenica 14 novembre 2010 alle 6:32 pm

    e` un`impresa sentirsi rappresentati da una come te.

  11. 11 mitana domenica 14 novembre 2010 alle 6:33 pm

    come puo` un ministro tagliare i viveri alle scuole pubbliche per foraggiare le scuole dei preti?

  12. 12 mitana domenica 14 novembre 2010 alle 6:35 pm

    vuoi guadagnare la stima degli italiani? abbandona il ministero e unisciti ai finiani.

  13. 13 mitana domenica 14 novembre 2010 alle 6:37 pm

    ma lasciare una poltrona redditizia e` una scelta dura, molto dura, eroica direi.

  14. 14 mitana domenica 14 novembre 2010 alle 6:38 pm

    riflettici, sei giovane e bella, fai della tua una vita degna di viverla all`insegna della Liberta`, non semplice e anonima cortigiana del partito della liberta`.

  15. 15 barbara giovedì 6 gennaio 2011 alle 9:00 pm

    Ministro Gelmini , visto che esiste una facoltà che si chiama “Scienze Motorie”( tre anni più due) che fornisce laureati in campo ginnico,sportivo, riabilitativo(la pregherei di vedere e valutarne i programmi) perchè nelle palestre persone abilitate solo da corsi di qualche week- end possono fare lo stesso mestiere????? Perchè nelle scuole elementari può insegnare la stessa maestra formata da qualche mese di corso o peggio qualche “ragioniere” che diventa magicamente “esperto” di federazione con la frequenza di un breve corso ,non certo universitario!!!!????? Sono decenni che si aspetta che sia un laureato in scienze motorie ad essere responsabile delle attività nelle palestre e nelle scuole elementari…a quando???? Se no perchè questo tipo di laureati????

  16. 16 GENNAROOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO domenica 31 luglio 2011 alle 10:56 pm

    GEMMINI LA LAUREA LA DOVEVI PRENDERE AL NORD NON IN CALABRIAQ QUANTO HAI PAGATO PER PRENDERLA

  17. 17 GENNAROOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO domenica 31 luglio 2011 alle 11:00 pm

    FOSSI IN TE MI VERGOGNEREI A STARE LI

  18. 18 GENNAROOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO domenica 31 luglio 2011 alle 11:02 pm

    A MANGIARE CON I MIEI SOLDI NON TI GUARDARE ALLO SPECCHIO CI SON MLTE POSSBILITA CHE SI ROMPA


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Argomenti

Immagini Recenti

Agenda

Venerdì 5 Febbraio ore 17.30
Biblioteca Comunale
Riunione

Da scaricare:

Kit anti-ballismo
Dieci consigli su come difendersi dalle balle che cercano di raccontarci sulla scuola...
> Scarica subito il kit !

Non sulla nostra pelle !
Studenti contro la crisi: il nostro punto di vista
> Scarica subito il kit !

( tasto dx del mouse > salva destinazione con nome )

dicembre: 2008
L M M G V S D
« Nov   Gen »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: