Posts Tagged 'protesta'

Uniti per la scuola di tutti

[blip.tv ?posts_id=1539150&dest=-1]
Roma 30 ottobre 2008
manifestazione unitaria contro i tagli alla scuola pubblica
( metti tra i preferiti, vota e commenta il video su YouTube )


Gli altri video di Rete Studenti su YouTube

.

Annunci

L’Onda tra le strade di Roma

14 Novembre 2008
Universitari, ricercatori e studenti medi in piazza. La CGIL guida l’Onda tra le strade di Roma

Come Rete degli studenti Medi di Massa abbiamo deciso di non organizzare sul territorio per la mattinata di Venerdì. Questo per consentire ai ragazzi di scendere a Roma e soprattutto per conservare tutte le nostre energie fino al 17 NOVEMBRE. Invitiamo tutti i rappresentanti di istituto a indire assemblee straordinarie per Venerdì mattina, in modo da avere la possibilità di intavolare un dibattito sulla 133 e sulle “aperture” (aperture? aperture!? aperture!!! quali aperture?) del Ministro.

Le tematiche di questo sciopero saranno riprese punto per punto nella giornata di Lunedì 17 Novembre, giorno in cui tutte le nostre rivendicazioni storiche si sommeranno alla protesta attuale; il 17 sarà la piazza in cui alla protesta elaborata e vissuta in questi mesi, si aggiungerà la proposta di una scuola diversa, in cui noi crediamo e per la quale ci battiamo da anni.

NON AVETE FERMATO IL VENTO, GLI FATE SOLO PERDERE TEMPO…

Riferimenti:
Le foto della manifestazione a Roma
Il resoconto di Repubblica
Assemblea nazionale alla Sapienza
Proposte e materiali per l’autoriforma

Massa: manifestazione 17 Ottobre 2008

Pisa: salta l’inaugurazione dell’Anno Accademico per protesta contro la legge ammazza-università

Pisa, 16 ottobre 2008

Il rettore dell’Università di Pisa, Marco Pasquali, non inaugurerà l’Anno Accademico e chiederà di fare altrettanto ai rettori di tutti gli atenei italiani. È la risposta forte a quanti, ricercatori, studenti, professori, in piazza da giorni, sono sul piede di guerra contro il decreto legge 112/08, convertito nella legge 133/08, che segna per il sistema universitario pubblico l’inizio della fine. La legge, infatti, annullerà a breve il ricambio generazionale di ricercatori e docenti, e opera tagli indiscriminati, contrari ad ogni criterio meritocratico, ai finanziamenti alla ricerca per costringere gli atenei a trasformarsi in fondazioni private. Per questo la protesta degli universitari pisani è unanime, in sintonia con quello che accade in altri atenei del paese, e in questi giorni ha portato alla decisione drastica di interrompere le lezioni nelle facoltà di scienze, ingegneria, lettere, scienze politiche, agraria, le facoltà più frequentate dell’università.
La legge 133 prevede il blocco del turnover al 20%, cioè impone alle università di assumere un nuovo ricercatore solo ogni cinque pensionamenti. La conseguenza di questo sistema sarà quella di impedire ai giovani di fare ricerca nelle università pubbliche del nostro paese e di spingerli verso i paesi esteri o verso il privato, ma anche quella di chiudere interi corsi di laurea e settori di studio. Non solo: la legge taglia i finanziamenti agli atenei, togliendo dai 3 ai 4 miliardi di euro, in meno di cinque anni. Questo significherà taglio del personale, taglio degli stipendi e aumento delle tasse per gli studenti. Tutte le componenti dell’università sono interessate dalla legge e tutte si stanno mobilitando, come già era successo nella affollatissima assemblea dell’8 ottobre scorso in piazza dei Cavalieri a Pisa, e nuovamente nell’assemblea di ieri, 15 ottobre, convocata dallo stesso rettore, e che ha visto riunite più di seimila persone.
Pisa - Assemblea di Ateneo del 15.10.2008 (foto di Marco|uneM)

Pisa - Assemblea di Ateneo del 15.10.2008 (foto di Marco|uneM)

Ma quello che più preoccupa docenti, studenti e ricercatori italiani è l’idea di università che emerge da questa legge. Un’università pubblica che riveste un ruolo marginale nello sviluppo del paese, nella quale non si investono i soldi della collettività, e che viene costretta alla bancarotta senza nemmeno essere sottoposta a una seria valutazione, come invece sta chiedendo da anni. Per questo, finché ha voce, l’università pubblica italiana si vuole far sentire. E gli universitari pisani sono decisi a gridare la loro contrarietà alla legge 133, anche con azioni importanti come la paralisi dell’intero ateneo, per salvare l’università e il futuro di tutto il paese.

I ricercatori di ingegneria dell’Università di Pisa

Approfondimenti:
Il Giornale dell’Ateneo dell’Università di Pisa

Riunione del 14.10.2008

Un rapido sunto della riunione che si è tenuta oggi fra i tavoli del Bonnie & Clyde…

Comunicazioni:

Il corteo organizzato dalla Comune è stato rinviato a sabato. Le motivazioni sono organizzative e “top secret”; uno dei ragazzi che organizzano si scusa ma “non ci si può far nulla”… faranno passare un controvolantino con la modifica.
Contro contrordine dell’ultimo minuto: la discussione continua, le nostre pressioni sembrano avere effetto: forse non si saprà nulla sulla data fino a domani.
Saranno immediatamente comunicate ulteriori modifiche.

Aggiornamento delle 23.15: confermato lo sciopero per Venerdì 17 ottobre

Organizzazione per la giornata di Sabato 18 ottobre

Sabato pomeriggio dalle 18 in poi organizziamo una manifestazione sit-informativo in piazza Garibaldi.
Le iniziative si svolgeranno contemporaneamente a Massa, Viareggio, Pisa, Pontedera, Empoli, in forse Lucca e Carrara (chi ha contatti su Carrara comunichi l’iniziativa).
Come per la manifestazione del 10, la piazza sarà aperta a studenti medi, elementari e universitari.
Chiunque abbia contatti con maestre o genitori interessati li inviti.

In piazza:

  • gazebo informativo
  • giocolieri ? aspettiamo risposta da Francesca
  • musica: portiamo qualche chitarra, cmq ho il generatore per qualsiasi evenienza
  • pentole: iniziamo la pentolata! Sarà il trampolino di lancio per l’iniziativa nelle singole scuole

Portare pentole, padelle, bonghi e quant’altro
Per gli ultimi dettagli (striscioni e contatti) ci vediamo Venerdì alle 18 in piazza Garibaldi.

Manifestazione Sabato 25 ottobre

La carovana della legalità ( www.libera.it ) farà tappa a Massa in questa giornata. In collaborazione con la CGIL stiamo organizzando una assemblea studentesca per la mattinata (non è ancora stato definito l’istituto che ospiterà la conferenza – dibattito) a cui possa partecipare una delegazione di studenti proveniente da ogni scuola.

Per il pomeriggio il progetto sarebbe un concerto in piazza: potrebbe venire a suonare un gruppo di Cosenza (9 musicisti, hanno partecipato alle selezioni per il 1° maggio, appena posso vi passo qualche canzone), insieme a qualche gruppo studentesco di massa (se avete già in mente chi, Veronica compresa, prendete il contatto).

Il problema sta ovviamente nei fondi: l’idea è fare una colletta a scuola, la cifra è alta, minimo 700 euro, ma ci possiamo provare; più gli sponsor (negozi, biblioteca, comune, provincia ecc…).
Se non dovessimo raggiungere la cifra potremmo devolvere i soldi all’associazione (vorrebbero comprare un trattore per i “campi di lavoro”, vedete sito), trasformare il concerto in un dj set, stavolta per davvero, e fare cmq la manifestazione in piazza Garibaldi.

Aspetto ancora il programma dettagliato della giornata che dovrebbe vedere manifestazioni in contemporanea tra Massa e Carrara, lo comunicherò al più presto.
Se ne riparla venerdì.

Giovedì 30 ottobre

Sciopero generale della scuola indetto da cgil (flc), cisl, uil, gilda e snals.
Saranno organizzati dei pullman per la manifestazione nazionale a Roma, completamente gratuiti.
Al più presto avremo maggiori informazioni.

Valentina faceva notare che comunque dovremo organizzare qualcosa a Massa per gli studenti che rimarranno, quindi sotto con le idee.
Una la lancio adesso: mettere un maxi schermo in una piazza in cui poter seguire le varie manifestazioni. Non so se è fattibile ma possiamo lavorarci.

Spero di aver scritto tutto.
Aggiungete commenti e appunti se ho dimenticato qualcosa.
L’appuntamento è per Venerdì 17 alle 18 in piazza Garibaldi.

A prestissimo,
Angelica

Manifestazione 10 ottobre


Argomenti

Immagini Recenti

Agenda

Venerdì 5 Febbraio ore 17.30
Biblioteca Comunale
Riunione

Da scaricare:

Kit anti-ballismo
Dieci consigli su come difendersi dalle balle che cercano di raccontarci sulla scuola...
> Scarica subito il kit !

Non sulla nostra pelle !
Studenti contro la crisi: il nostro punto di vista
> Scarica subito il kit !

( tasto dx del mouse > salva destinazione con nome )

novembre: 2018
L M M G V S D
« Lug    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Annunci